(No title) 14 dicembre 2004 – Posted in: Leandro.

ciao blog, da un pò che nn scrivo eh? beh.. son succedde tantissime cose.
Sono stato promossa in effige, ora ho la carica di vice-vice master. La massima contando che il master è quasi sposato con la vice -.-“. Poi.. una mia amica, che ha frainteso i miei sentimenti non mi vuole + parlare… io ci son rimasto na merda.. volevo spiegarle tutto.. che non volevo farla star male… e non voelvo mentirle alo stesso tempo. Che diamine potevo mentire lei per sempre?? Cioè.. potevo ma la coscenza nn era ok.. e .. era tutto falso poi. Le ho offerto la cosa più grande che ho, l’amicizia..e  lei non vuole manco quello…
Poi.. a Mondomago stannoa  fà un casino.. ma un vero casino con le regole etc.. mah..Sti scemi invece di cambiare le cose impo, di sistemare gli errori si mettono a cambiare le regole base del gdr che ha caratteriazzato Mondomago. Io gliel’ho detto chiaro e tondo nei consigli e in faccia a Seve.. x me lui gioca da pp.. o meglio gioca come piace giocare ai pp. il che è diverso ma fino ad un punto. Io amo descrivere le azioni.. sono l’unico hargest e non per caso. Cazzo se mi tolgon anche la bellezza di giocare egregiamente o almeno benino io non gioco. Mai più.. vegeterò nelle chat a uso falcon.. oppure scriverò tremila parole in un secondo così da far incasinare il fato. e vedremo -.-. Oggi poi ho letto nel pesniero a Krystallia, finto di esser chissà quale hargest che viene da lontano =_= mah… vedremo come va a finire.
Uhm.. poi poi.. non mie viene molto a mente.. un bacio alle mie amiche alessia, caterina, marty, mauretta, laura che non sta molto bene, giulia… e tutte le altre (K)
Son sempre qui.. x tutte e tutti ^_^ nemus eccolo qua.

La poesia di oggi.. uhm.. vediamo.

Non era notte, non era giorno.

Non era giorno,
non era notte,
erano “attimi” dove
l’infinito era
pieno di sentimento,
dove l’amore
stava riempiendo il nulla.

Era l’attimo
d’incontro tra comete,
tra vite gemelle, ma lontane,
vicine ma staccate.

Era un giorno
senza minuti,
senza cielo,
senza un avvenire
da sognare,
senza un passato
da ricordare.

Era un “istante”,
che mai penserà
che esista un prossimo.

Era una nascita,
era una vita
di luce al cielo.

Era il “momento”,
non un momento.

Non era notte,
non era giorno.

Era un attimo
che non si fermava,
un attimo, che viveva
più della sua vita d’istante.

Non voleva morire.

Non era notte,
non era giorno,
era l’attimo di
un amore eterno.

« (No title)
miglior cielo.. meno onde nel mare della mia vita. »