Io.. e l’amore 21 aprile 2005 – Posted in: Leandro.

Ho scritto qualcosa che riguarda il mio modo di amare.. a breve la fine di una storia..

Quanti pensiero volarono per il verde parco del paesino… quante volte quel ragazzo che sempre siede sulla marmorea panchina è stato solo, lì e sempre lì a guardare le vetrine che dinnanzi a lui venivano cambiate stagione dopo stagione.

 

In questo pazzo paesino le stagioni non sono come nel resto il mondo, qui le stagioni seguono il cuore di chi respira, seguono il cuore di chi in un modo o nell’altro vive.. e nel vivere ama.

 

Giorno dopo giorno, anno dopo anno quel ragazzo cresceva e nel contempo osservava tutto ciò che al suo cospetto si presentava.

 

Amori dopo amori.. sguardi dopo sguardi e dubbi dopo dubbi, lui era sempre lì, a sfidare l’amore che incontrastato comanda l’essere di ognuno.

 

Oh.. quante volte ha voluto lasciar quella panchina di marmo per correr verso le vetrine e lì poter trovare ciò che tanto ha cercato… quante volte ha congelato quel sentimento in se, che appena s’era acceso, onde evitar di essere in pericolo nel difficoltoso attraversar della strada.

 

Dietro quelle vetrine mille e mille di ragazze passarono.. e con loro le stagioni arrivarono, nuove, fredde e calde come non mai.. in un vortice di vento e di pensieri.

 

“Perché mai devo alzarmi per Lei? E se non fosse quella giusta? E se altro non facesse che farmi soffrire?” erano le parole che nella mente del ragazzo risuonavano ad ogni stagione.. prima che lo sguardo ricadeva a terra.. e il nulla lo circondava in attesa di una nuova mutazione.

 

 

« …la vita.. cosa comporta al viaggiatore che è in me..
Cosa mi succede? »