Oggi, normale giornata.. 5 ottobre 2005 – Posted in: splinder – Tags: ,

Ora sto tornando dalle ripetizioni di latino.. pesantucce ma non come sempre…
Oggi ho constatato che l’anno è iniziato come l’anno scorso, o quasi. Il compito di latino è andato maluccio.. e ciò mi ha demoralizzato ancor più.
in aggiunta si è messa la voglia matta di cambiare cellulare.. il mio Gd87 mezzo modificato oramai fa cilecca sempre più spesso, vorrei cambiarmelo con un 6630 ma al centro tim più vicino costa 299 €uri e non è in deposito.
La commessa dice che è difficilissimo trovarlo, pazienza lo ordinerò su Iltelefoninonline.tim.it  lì costa 249€uri

Oltre alle questioni di scuola e sordi.. beh, oggi la giornata è andata, in qualche modo è andata..
Domani avrò le prime due ore di Ed. fisica @.@ .. e.. e basta! Non devo parlare di scuola, uff!!!
Oggi una mia amica, che mi sta molto simpa e che utlimamente è salita di molto nella graduatoria mia non si è fatta propio vedere, è qualche giorno che non la becco.
Mi spiace.. mi sta troppo simpatica 🙂 mi rende un pò felice..
è già qualcosa no?
Poi.. poi credo abbia Msn *.* cosa ancora più allettante..
Beh.. non è una fissa eh!
Anche perchè se lo fosse già non ne parlerei.. come l’altra ragazza, O.o mah.. come vengono veloci le fisse a me!
Ma il bello è che passano con altrettanta velocità!

Ora voglio ascoltare un pò di musica, il mouse scorre veloce tra gli album e i file scaricati, minuto dopo minuto le mie orecchie ingoiano quei suoni propagati.. ma non sorrido, non come faccio sempre.
Allora porto il puntatore del mio mouse sulla cartella degli mp3.. la apro.
Di colpo affioro una vecchia cartella, piena zeppa degli "mp3 passati".
Leggo qualcosa..  scivolano davanti ai miei occhi canzoni dei tiromancino, evanescence… e poi Tiziano, quel tiziano criticato dai più.. ma che sempre mi è piaciuto.. Sorrido al vedere i Red Hot, quanto ho amato By The Way!
Poi l sguardo si sofferma su L’ultimo Bacio.. e lì non resisto.
Doppio click, presto!
Quasi fosse insulina per un diabetico… ed ecco che mi riprendo..
Ricordo quei giorni.. chiudevo gli occhi e iniziano a sognare, iniziavo a volare.

Avrei tanto voluto tornare indietro, lo voglio tutt’ora!
Era semplice.. non c’erano questi problemi.. e pensare che un abbraccio volevo.. e un abbraccio voglio..
I miei sogni non sono mutati così tanto.. la realtà si.
ricordo ancora le parole solite che si facevano a tavola, io che guardavo con ammirazione quel padre che lavorava per noi, che dormiva già alle 10.. lavorava  e siu stancava.
Io che gli andavo vicino.. maledettamente gli prendevo la mano e me la poggiavo sulla testa.. lui mi accarezzava.
Lo amavo.. dio solo sa quante lacrime cadono mentre scrivo ciò.. ma è vero.
Mi è tornato alla mente ieri.. oltre che oggi. Quando sentivo mia madre che parlava a bassa voce con una sua amica, per non farsi sentire:
"Menomale che Leandro non volle andare all’opedale ieri.. c’era lui e Lei..  "
"Chissà cosa poteva accadere.. "
"Questa è opera di dio.. te lo dico io!"

Cosa poteva accadere? bella domanda.. ma la risposta è ancor più bella:
Vedevo lui.. vedevo lei in un letto .
Giravo i tacchi e andavo, come ho fatto sempre. Io .. io son così, non sono come mia sorella o mia madre che quella mattina, quando beccai a letto papà con quella scoppiarono di rabbia.. io, quel giorno, guardavo la scena .. ma non mio padre.
Quel giorno iniziai a correre per la terra dietro quella maledetta casa .. e con le lacrime agli occhi mi fermai sotto un albero.. una vite credo.
Lì.. e sol lì, sognai per la prima volta di avere delle ali.. per poi voler morire, pauroso …. non volevo cambiare vita, e nemmeno modello di vita.
Questo post alla fine .. è stato dedicato ad un uomo che bene o male è ancora in me, ad un uomo che amo.. che mi manca ma non voglio al mio fianco.
Questo post è dedicato a te, papà.

Auguri, ne avrai più bisogno di me da dove sei ora..

Il tuo campione, Leandro..

« Mi mancava..
Medici Senza Frontiere »