Dedica a te.. 25 ottobre 2005 – Posted in: splinder – Tags:

25 ottobre, numeri e lettere senza nessuna importanza.
Oggi ennesima noia,
Oggi si è consumata l’ennesima opera treatrale..
"Quanto vorrei..
Dio quanto vorrei esser come loro"
Loro chi?
"Loro, guardali son lì! Eccoli..
Li vedi?
Sono le persone che riescono ad essere come sono realmente,
Senza dover comprare una maschera e metterla sul volto,
Senza dover filtrare le loro paura,
senza dover tirar su le lacrime"
Puoi non essere così, puoi essere come loro..
"No, non posso"

Queste sono le voci che mi gironzolano per la testa, tempo fa pensavo il contrario..
Tempo fa volevo non esser come ero.. ma mi rendo conto che è impossibile esser qualcosa di perfetto, è impossibile piacere a tutti.. come è impossibile esser ciò che si vuole quando non si sa quello che si vuole.
Sono qui, davanti al solito monitor,
davanti allo strumento che per anni è stata la mia finestra verso un mondo migliore,
verso il mondo dei sogni.
Le mie dita veloci pigiano i tasti della mia nera tastiera,
i tasti di questa sono consumati.. lucidi come non mai per il troppo uso.

Sono qui, con le lacrime agli occhi per aver visto una scena commovente di un telefilm.
Sono qui, illuso per l’ennesima volta..
illuso perchè non ho trovato quello che cercavo,
l’eden che cerco da anni..
Il luogo virtuale dove posso essere me stesso, dove Nemus può essere conosicuto e con lui il ragazzino che lo manipola, che lo a parlare e che gestisce le sue azioni.
Cerco un mondo diverso, un mondo migliore..
Nel contempo vivo il mondo di tutti, il mondo in cui per essere apprezzato non devi essere quello che sei, bensì quello che dovresti essere per essere accettato..
Solo dopo esser stato accettato puoi far valere il tuo pensiero,
solo dopo esser stato accettato puoi asprire il tuo cuore ad una persona..

Ma che dico? Che scrivo?
Alla fine il punto è uno..
Io non ho una persona a cu aprire il cuore e nel contempo ricevere una carezza

Le uniche persone che sanno leggermi dentro, nel cuore non sono del tutto reali..
Le uniche persone che sanno cosa sono realmente sono per lo più sogni, o angeli..
E mentre lo scirvo sorrido, giuro sorrido..
perchè so di non essere un celebroleso, perchè so che qualcuno, sebbene un singolo individuo, può capirmi..
ed è gia tanto.

Ti vedo lontano, ma mai abbastanza per dimenticarti.
Come se la tua immagine fosse sotto un vetro indistruttibile;
io allungo la mia mano per toccarti,
ma non giungo mai fino al tuo cuore.
Chiudo gli occhi
alla ricerca dell’ultima immagine che ci vede ancora insieme
Ma nulla mi dà gioia come immaginarti libero e soddisfatto di una vita
che ti sei costruito senza mai preoccuparti di me
o dei miei sentimenti,
evitando di fare lo sbaglio insanabile
che ho fatto invece io,
provocando solamente le tue risa accese
ed un grande imbarazzo
che mai scomparirà dalla mia mente e dalla mia anima…

« O.o Sfigato-Man all’attacco!
Sogno o son desto? »