Alzarsi all’alba dei tafani… 30 ottobre 2005 – Posted in: splinder – Tags:

@.@ Oh che dormita mi son fatto…
Oh che goduria..

Stamane mi son svegliato alle 11.49 precise spaccate..
Ieri sera son andato a dormire non troppo tardi, verso l’una.. ma stamane ero stanco.
Vero le 6 e qualcosa ho fatto il solito incubo..
Dio quanto odio gli incubi…

Ho sognato sempre la stessa persona che voleva provocare danni alla mia vita e ai miei amici, ucciderci.. boh!
Na specie di Horror in cui solo il protagonista e chi viene attacato assieme a lui sà che un assassino è resente, ed il brutto è che il mio assassino ha un camice!! :S
C’era anche mio padre nell’incubo.. in macchina.
A dire il vero mio padre negli incubi fa sempre la parte del salvatore..
Una volta apre la portiera dell’auto e scappa via così che seminiamo il cattivo..

E stanotte … beh a dire il vero ricordo solo che c’era.. e che alla fine del sogno ha parcheggiato la macchina nel cortile del vicino di casa LOL
Ricordo di avergli chiesto il perchè ma poi mi son svegliato di colpo,
col baticuore..

Mah,
ritornando a noi bel blogghino..
Da qualche giorno che non scrivevo sulla mia vita…
ma credo che sia sempre la solita pappa..
Ieri son stato ad una festa diu diciotto anni… E lì, nella noia spesso mortale mi son messo a parlare con un vecchio amico..
Bei discorsi.. davvero belli.
Solo che sono i soliti…..

Più tempo passa e più penso che fino all’università le ragazze sono solo per "storielle" e all’universitòà si può parlare di sentimenti..

Poi a mentre fredda ci ripensò un pò su…
Che confusione…
é propio vero che c’abbiamo la fissa noi!

Ma non è colpa mia,
almeno ne trovassi UNA che mi piace e a cui esser devoto anche se non mi si fila

Mah, adesso blogghino ti lascio, devo andare a lavarmi ..
Poi farò il mio solito giretto dei blog degli amichi 😀
Ciao!

———————————————————————————
Aggiornamento alle 14.09

Stamattina ero un pò più felice, ora mi son rattristito…
Scrivevo un articolo sul mio portale,
quando di colpo sento dei suoni provenire da giù, in cucina o per lì..
Suoni strani, conosciuti molto bene…
Di colpo il batticuore di stamane, quello a causa dell’incubo, mi assale di nuovo,
Giuro, e rigiuro.. mi son venuti in mentre tremila ricordi che ora nemmeno riesco a descrivere tanto era numerosi…
Di colpo di alzo dalla sedia e vado alla porta della mia camera, la apro appena e chiudo gli occhi quasi speranzoso che ciò che avevo sentito fosse stato solo un’illusione..
Ma non era così.

Era il solito suono sentito e, ahimè, odiato nei tempi passati.
Era il pianto di una madre, o forse è meglio dir donna.

A ripensarlo mi vengono i brividi,
certe volte lodo dio perchè ha creato mia sorella..
C’era lei giù, credo abbia parlato lei con mia madre,
risparmiandomi così altro dolore…

Avvolte odio mia sorella, lo ammetto..
Però, però spesso e volentieri mi aiuta senza saperlo…

« Nessuno…
Lo spettacolo ha inizio »