Combattere per un motivo.. 18 luglio 2006 – Posted in: splinder – Tags:

Cazzo…

Ho voglia di dire parolacce.. allora, beh concedetemelo.. cazzo!

No, non sono furioso.. affatto.
Ho solo voglia di dirlo.. perchè è l’ideale ora.

Combatti.. combatti e combatti e durante la battaglia non t’accorgi di un tubo, non conti i nemici abbattuti nè i metri fatt… nè i castelli vinti.

No, durante la battaglia vedi solo le tue ferite e il tuo obbiettivo che man mano si avvicina.. poi si allontana.. poi si avvicina quasi a diventar tuo e poi si allontana di nuovo.

 

Perchè io ho combattuto.. e ora me lo merito.. si, merito di poter dire una bella parolaccia..

Cazzo!

Cazzo.. leandro è stato davvero bravo.

E mi ricordo scansare i colpi come nessuno mai ha saputo fare, e mi ricordo amare il mio obbiettivo più che mai.. come mai successo… e mi ricordo.

Un giorno un’amica mi disse che con me non si può mai star tranquilli, c’è sempre un problema.

Un giorno, mentre mi dissero questo io risi da matti.. oggi invece credo che quell’amica aveva una ragione assoluta.

Nella vita.. specie se è la mia, troviamo mille sorprese.. mille problemi.

Io scappavo.. ora non più.

 

Ho trovato dopo mesi di lotte un altro problema, più grosso del solito, più nascosto.. sconosciuto..

Ho paura? Si, una paura fottuta… però ho promesso di sorridere davanti ai problemi e.. si,  🙂 soprridiamo!

 

Ne ho viste di peggiori in tutta la mia vita ed ora mi rimboccherò le maniche perchè io i miei sogni non li lascio scappare così.

Mi risposo qualche secondo, riprendo fiato.. allimo la mia spada ancor lucente e do forza al mio coraggio.. perchè si, oggi posso dirlo.. io ho coraggio..

Sono cresciuto.. non ho paura come una volta, o meglio, ho paura come una volta ma ora le mie paure son molto più piccole di me… e so di poterle battere sebbene mi facciano tremare il più delle volte.

E domani partirò per un giro d’europa.. e so che in questi 20 giorni circa penserò al mio desiderio… al mio sogno.

Lo so.. lo so.. lo sa

Ma è più forte di me..

E allora se ricordare è il mio dovere io ricorderò.. se dovrò star male starò male ma combatterò con tutto me stesso.. contro me stesso.. contro le scelte di qualcuno che ha troppa paura per affrontare la realtà..

 

Io avevo troppa paura… ora non più.

Io avevo.. ora non più.

 

Io.. e basta questo.

Si perchè mi basta sapere che almeno un io c’è ancora, che non sono morto nel combattere.. che il mio desiderio è vivo.. cazzo se è vivo.

E se c’è un io.. un giorno ci sarà anche altro.. e di questo ne sono sicuro.

 

 

Ci sentiamo presto blog.. magari da parigi, lourdes, barcellona.. madrid o chissà.. santiago di campostella  o casablanca..

 

Un bacio.. a presto, mi mancherai da morire.. chissà se sarà lo stesso anche per te.

Leandro, il sognatore.

 

« … l’elefante e la farfalla
.. e ti senti fottutissimamente solo.. »