… amen 23 ottobre 2006 – Posted in: splinder – Tags:

Ho sognato.. brutale e strano, ho sognato..

 

 

"E’ dura amore… è dura andare avanti così.."

"Lo so… cosa credi? Che io stia qui a divertirmi? Cosa pensi che provi io ora?"

"Non lo so.. non so nulla ora, io non so nulla.. strano vero?"

"Si.. il mio ragazzo che non sa cosa dire.. che non sa… fa paura, tanta.."

"Il tuo ragazzo…."

"Si.. non posso? Non mi rimangono che i sogni oltre questa certezza.."

"io sono il tuo ragazzo…"

"Ripetilo.. anche all’infinito se vuoi, ma non mi toglierai l’ultimo appiglio a tutto questo…"

"Tutto questo cosa? Guardati.. guardati attorno. E’ vita questa? Guarda questi occhi! Guardati allo specchio! Se guardi bene ci si può scovare la morte nei nostri volti, ci si può scovare i segni di una vita.. un’intera vita ad amarsi.. ma non un futuro, nè con te nè con altri, non c’è futuro in questi occhi spenti.
E stavolta non basta chiamarti amore.. non ci sono più certezza, nemmeno la vita, questa mia vita, nemmeno lei è più una certezza, sai? Lo sai questo?
Questa merda ci sta distruggendo.. "

"Lo so.. lo so.. ed il fatto che non faccia nulla per cambiare il mondo non significa che io sia cieca.. lo so, lo so… lo so.. giuro, lo so.."

"Ripetere a te stessa che lo sai non ti aiuterà di certo a superare tutto questo.. anche se a pensarci bene non c’è niente da superare, come si fa a combattere tutto ciò?
C’è un modo che qualcuno su questa fottutissima terra conosca per superare il tutto?"

"Non credo amore… non credo… mi spiace.."

"Non credi.. tu non credi…"

"… mi spiace…"

"E’ triste.. un giorno prometti a te stesso di smetterla e poi? Poi ti ritrovi come noi.. qui, su questa cazzo di vita consumata, lacerata dai giorni di errori.. giorni vuoti, giorni senza colore, grigi.. come i nostri occhi, la nostra pelle.. il nostro cervello, e forse.. forse, il nostro cuore.."

"Ma noi lo supereremo… vero? Dimmi di si.. dimmi che ci proverai.. per me.. per te.. per noi.. per favore, ne vale la nostra stessa vita.. supereremo questo schifo di vita? Ancora una volta, forse per l’ultima volta, lo faremo insieme?"

"Insieme? Per superare tutto questo? Non è bastata una vita per chiudere in definitiva questo.. e ora credi che io e te basteremo a cambiar colore al mondo? Ora.. tu, e rispondimi sinceramente, credi di poter iniziare a combattere nella vita?
E credi di poterlo fare iniziando da me? Con me?
E poi? Se ci riusciremo e poi.. beh… poi che ne sarà?
Lo vedi tu un mondo a colori? L’abitudine a tutto questo grigio non ti farà odiare i colori?
Chi tutelerà le nostre abitudini? Dovremo combattere anche contro quelle? La lotta non ci ucciderà poi? Nonsaremo mai stanchi di lottare?
Amore.. la vita è una lotta continua…"

"Lo so… lo so che lo è, e anche se rimango spesso qui, fuori dal giro, io so benissimo com’è la vita.
Se non lo sapessi non mi farebbe paura, sai? Ma proprio perchè la conosco bene io l’ho evitata fino ad ora.. ma ora so che questo mondo, questo nostro mondo, sta diventando come la vita. Sta diventando pericoloso e grigio come la vita.. e forse proprio la vita ci potrà salvare.. "

"La vita ci salverà? La vita non ha fatto altro che distruggerci.. guardaci! Ci si legge negli occhi la morte.. qui, in questi occhi che brillavano per te ci puoi leggere la fine.. la fine.. la fine…"

"Ora i tuoi occhi non brillano più, lo so. Ora il tuo cuore batte a stento.. so anche questo.. ma.. alza il volto,  guarda questo amore anche per l’ultima volta.. ma non rifiutare di combattere, stavolta insieme.. sarà più dura del solito ma.. beh.. ma se dovrai cadere cadrai al mio fianco amore.. al mio fianco.. e cadrai combattendo, cadrai per quello che sei nato… Amare."

"Te ne prego… no…"

"Hai ragione.. sei caduto proprio in basso, hai perso anche la forza di combattere.. "

"Sono penoso… vai via da me.. non ti merito affatto.."

"Tu non mi meriti?"

"Si.. non ti merito"

"Non ti credevo così stupido.. io che non merito te? Come hai mai potuto dire una cosa del genere?
Guardami… se ora ho il coraggio di chiederti di combattere è per te.
Guardami.. oltre la fine, oltre la morte nei miei occhi guarda più a fondo, come facevi un tempo.. guarda, metti aun mano qui e ascolta il mio debole battito, è lieve ma è per te.. giuro, è per te..
Ora sono pronta a rischiare me stessa per te.. e tutto cià è grazie a te.
Se il mio cuore batte, poco ma batte.. e questo te lo assicuro, è soltantpo per te.. e grazie a te.
Ho imparato tutto ciò che so in questi anni… e questo solo grazie a te.
E se ora dovessi cadere.. se ora tutto dovesse morire, lo farei cono onore e desiderio, proprio come il primo giorno, perchè lo farei con te"

"Se cadi è per me…"

"Se vivo è per te.. "

"Iniziamo a scambiarci i posti.. ora sei tu, la mia ragazza, a trascinarmi a vivere.. "

"E’ solo giunto il mio turno… tu hai avuto il tuo e non ti sei tirato indietro facilmente, giuro su questa mia vita, su tutta questa mia vita, che non sarò da meno.. per te e per me.
E non vedrai più fine.. ma vita, quella vita che bisogna vivere.. quella vita sognata, sperata.. voluta.
E pregherai dio per vivere, te lo giuro..
E pregherai dio per vivere… sarà l’ultima cosa che faccio, lo pregherai.."

"… sarà l’ultima cosa che farai.."

"Pazienza.. avrò pure 83 anni, ma questo cuore batte ancora per te.. e più di quand’ero giovane.."

"…. e io, anche se in questo letto di morte, posso dire lo stesso.. dovessi morire nel farlo, è vivere che voglio.. con te, come sempre…"

"Ora riconosco il mio amore…"

"Stringimi la mano… te ne prego.."

 

 

 

Quella notte spirò.. con in cuore un nuovo sogno, l’ultimo..

"E non sarà più giorno al mattino senza di te.. e non sarà più notte al crepuscolo senza di te.
Sei stato un padre, un figlio, un amante.. sei stato tutto quello che possa o non possa mai essere un uomo, un bambino.. un adolescente.
E non basteranno i ricordi a colmare questo vuoto…
Ne lacrime salate a bruciar la pelle su queste ferite…

Ma basterà la vita.. la stessa che con te io ho vissuto e vivrò tra poco, nel tuo mondo.. nel mio..  come sempre, nel nostro mondo.
Sulla terra o in cielo.. è indifferenze, credo tu lo sappia.

Ti amo..

Come sempre tua"

Ultime parole sussurrate al vento, a quel vento che legero soffiava tra le tombe di quel cimitero buio.

Poi un boato meccanico.. e un tonfo sordo, quasi leggero se potesse esser descritto con una sola parola..

Un’anima che vola, libera ora e per sempre.. e un corpo senza vita che casca a terra sulla tomba dell’unica persona che vorrebbe mai al suo fianco.

Amen

« can you joy this word?
…amen dio.. amen »