18 dicembre 2006 – Posted in: splinder – Tags:

Ci sono giorni in cui ti svegli e quello che vorresti fare, fino alla fine dei toi battiti, è vivere la vita senza preoccupazioni, senza rancori, senza bugie o menzogne..

Vivere… nel più letterario e semplice significato di questa parola.

Affinchè tutto vada meglio è necessario sapere cosa si vuole…
(11 minuti – Coelho)

Mi ha sempre affascinato questa frase.
Farsi la tipica esistenziale domanda: "Ma io cosa voglio?", correlata magari al: "chi sono?" e tutto il resto.

Di solito si lascia andare la risposta ad un futuro lontano o vicino che sia, lasciandosi trasportare dal momento e dalla pigrizia di prendere una posizione.

A volte però, per il bene del tuo destino, una posizione bisogna prenderla.. 

Aspettare è un tormento.
Dimenticare è un tormento.
Ma il tormento peggiore nasce quando non si sa che decisione prendere.
(Sulla sponda del fiume piedra mi sono seduta e ho pianto – Coelho)

Ma il trucco sta nel capire cosa si vuole…
Il trucco sta nel muoversi anche quando ti andrebbe solo di riposare.

Il trucco c’è…

Non lasciare mai che i dubbi paralizzino le tue azioni.
Prendi sempre le decisioni che devi prendere.
(Brida – Coelho)

Sto sfogliando un pò gli aforismi di uno dei miei scrittori preferiti…

A volte nei libri che si son letti ci ritroviamo un pò di noi stessi, sensazioni passate, ricordi affondati nel tempo..

Scegliere un cammino significa abbandonarne altri.
Se si vogliono prendere tutti i cammini disponibili si finiscere per non percorrerne nessuno.
(Brida – Coelho)

E del mio cammino che voglio scrivere stasera.

E’ buffo pensare a quante volte credevo di aver sbagliato strada, a quante volte ho detto di averne persa una…
E a quante volte, messo alle strette, ho scelto sempre quella giusta..

Apparentemente buona o meno, sempre quella giusta.

La vita aspetta sempre le situazioni critiche per rivelare il suo lato più brillante.
(11 minuti – Coelho)

E forse è questo che aspetto…

Magari di svegliarmi un giorno e ritrovare la serenità negli occhi e poter dire si aver superato anche questa..

« …
Non basta.. »