Ma io non piango. 6 marzo 2007 – Posted in: splinder – Tags: ,

L’amore per me era la salvezza…

Forse per questo che mi piace Oceano mare, l’idea che una persona possa esser salvata dall’amore mi prende… mi accomuna al personaggio, mi fa ricordare.

Ricordo che volevo essere salvato dall’amore.
Credevo fosse l’unica che potesse farmi alzare da quella fossa piena di paure e sogni.
Credevo… si, in fondo l’amore è stato il mio unico credo.
E credendo mi sono salvato.

Credere, da quanto tempo che non ci scrivo su.

Credere…credere…credere…
Una volta non parlavo d’altro,
tempo fa credevo in tutto e lo facevo con tanta determinazione che anche non volendo mi ritrovavo a convincermi da solo senza paura,
senza alcun timore.

E senza paura mi sono salvato.

Era la paura che mi fregava,
è la paura il vero nemico, se c’è paura nelle persone non si possono applicare soluzioni, seppur siano giuste.

Mi sono salvato dunque superando le mie paure, lottando per un qualcosa che volevo…

Lottando per un qualcosa che volevo…

Lottando…

Ed ora?

E’ arrivato forse il momento di godersi quello che ho conquistato con tanta fatica?
O forse fermarsi è solo un modo per ritornare in quella fossa da cui sono partito?

E se non smettere di lottare fosse la cosa giusta?
E se andare avanti, buttarsi a capofitto nelle sensazioni, fosse l’unica soluzione per non sentirsi più vuoti?
Se fosse l’unica soluzione per non annerire il cuore?
Se fosse la mia eterna salvezza?

Ecco, lo sapevo, è tornata la paura…

Ma non io non piango, promesso.

« (No title)
Figlio di un pensiero… »