I’m the man 1 settembre 2007 – Posted in: splinder – Tags:

 

Primo settembre 2007.

il mio mese

L’estate quest’anno è passata veloce come al solito, sebbene io sia stato la maggior parte del tempo qui a melizzano… forse fin troppo tempo l’ho passato qui.

E’ volata tra l’attesa di una vacanza,
la paura di incontrare qualcuno e il revival che mi sta capitando.

E’ volata tra risate demenziali e lacrime notturne,
volata tra canzoni psichedelicamente ripetute e quelle mai ascoltate.

Volerà quest’ultimo pezzo nell’attesa di un compromesso per un’auto,
nell’attesa dell’ultima mia vacanza che finirà a scuola avviata.

 

Finirà proprio come finisce tutto,
fotuttamente finirà anche questa volta e tutto ritornerà a quella sottospecie di pace poco durevole.

 

Finirà ed inizierà per sempre.

Come finirà stavolta quest’estate strana in tutti i sensi ed inizierà l’inverno pieno di novità e tempi duri.

Quell’inverno solitario nel quale avrò fatto finiro magari l’eta dello scooter per iniziare quella dell’auto.

Auto
Auto
Auto.

 

A volte la sognavo… bei sogni e anche brutti.

E’ bella l’idea di portarti chi vuoi, di stare al caldo, sentire la musica, startene protetto…
Senza rumori, senza cadere…

 

Ma con se porta anche tante cose.

Gli esasperanti 18.
La sQuola…
L’esame
Gli esami
La città lontana
Gli esami…

E giù a raffica sempre esami, esami ed esami….

 

Madò, basta basta basta… non ci si deve pensare a queste cose.
Ok ad essere lungimiranti, ma a volte è troppo.

Spesso fa bene avere i paraocchi… credo che il trucco è saperli usare.

.

.

.

I buoni vanno in paradiso, io semplicemente dove voglio.

.

.

.

 

 

artefice delle proprie paure,
della propria bile fottuta,
della propria rabbia,
della propria Pena.

I’m waiting for my birthday.

A volte mi pento pure di non voler fare la festa, non so nemmeno cosa voglio.
O forse lo so.

Adieu.

« … it’s my life…
I miss you? »