Notte 9 agosto 2009 – Posted in: splinder – Tags:

Stasera mi sono promesso di scrivere tanto.
Non scrivo da tempo e, per compensare, devo scrivere tanto.
Bisogna stare un pò per conto proprio per poter scrivere, liberi da tutti quei volti, i respiri…
Senza farsi imbambolare da un bel visino.

Soli con se stessi così da capirsi come si deve, da scrivere ciò che si deve senza influenze.
Senza altro al di fuori che te.
Oltre i limiti delle voglie, dei desideri… dei propri piccoli ma stupendi sogni.

Dovrebbero insegnarti sin da bambino a difendere te stesso dai sogni, sono qualcosa di davvero pericoloso.
Io, che di sogni ne ho grandi per davvero, mi ci taglio.
Spesso, troppo spesso.

Poi si ci mette questo fatto di sentirsi un pò soli ogni tanto, che poi nemmeno fa paura.
Stare soli dico.
A me non dispiace stare solo ma..  vorrei tanto che qualcuno mi guardasse con occhi diversi.
Si sa di quali occhi parlo.
Quelli che ti cercano in mezzo alla folla mentre tutti, TUTTI, giadano su per il cielo in cerca di colori fiammanti.
Quegli occhi che vorrebbero non solo guardarti quando sono nei tuoi.
Gli occhi di chi ti brama, ti vuole.

Gli occhi di chi al buio se li lascia coprire dalle palpebre e, semplicemente, con un sospiro lasciarsi prender sonno tra le braccia calde.
Gli occhi.

Se solo qualcuno li guardasse meglio.
Occhi verdi.

Sono diverso.
Sono nuovo.

Forse non totalmente.
Le persone mi scivolano addosso più facilmente.
Non tutte.
Se non scivolano allora si incollano nei miei pensieri, non si staccano, e permeano dentro.

Mi anno impazzire alcune persone, penso e ripenso a smontare ogni loro parte di essere.
Ma, forse, non riesco forse e semplicemente perchè hanno l’ombra d’oro.
Ombra d’oro… quel qualcosa in piu che altri non hanno, non si può vedere ma si sa quando uno ce l’ha.
E’ come entrare in un bar e vedere tutti che ti osservano, che sanno che c’è qualcosa di rotto in te.

Il sonno ha più forza di me.
Spegnerò velocemente quest computer.
Buonanotte

« E m i c r a n i a…
… droga »