Nemus, mai dimenticare 5 dicembre 2009 – Posted in: Leandro.

Mi chiamo Leandro Mancino, sono della provincia di Benevento, un paesino di 1600 anime di nome Melizzano.
Ho 20 anni, compiuti il 23 settembre di quest’anno.
Studio a Roma da un anno e qualcosa, facoltà di Psicologia alla Sapienza.
Quindi vivo a Roma e ogni 15 giorni circa, feste incluse, scendo al mio piccolo paese.

Il tatuaggio è qualcosa di importante, ti rimane sulla pelle per sempre.
Io sono fatto in un modo strano, io dimentico.
Ricordo con precisioni attimi della mia infanzia ma, l’adolescenza, no.
Quella no.
Se mi sforzo ricordo, ma mi risulta difficile.
Negli anni ho imparato a convivere con questo modo di autodifesa che uso senza volerlo, e ci combatto quando posso.
Da lì è nato tutto.

Pensa ad un ragazzo di pronvincia abituato a vedere, ogni giorno, un massimo di 20 persone alla volta.
Di colpo cambia paese, va in città.. e.. potrebbe succedere di tutto, persino dimenticare di essere Leandro.

Credere di essere diverso, andare in giro e vivere come MAI ho voluto vivere.
Discoteche, locali, donne, droga, alcool…

No

Non voglio farlo dimenticando chi sono stato.

Allora ho deciso, lo scrivo per sempre sulla mia pelle.
Mai dovrò dimenticare le ore davanti al pc a scrivere sul mio blog, a giocare ai giochi di ruolo per poter finalmente essere un uomo degno di amore.
Mai dimenticherò che vengo da un paesino del cazzo, culonia pura.. ma è il mio paese, il paese che io amo e che mi ha dato lo stampo, la prima marcia per vivere.
Mai dimenticherò Nemus, la persone che ho sempre voluto essere.

Lo devo sapere io, tu, le mie ragazze, le mie amiche.. il mondo.
Ed un giornò racconterò la storia ai miei figli e loro ai propri.
Nemus.
Mai dimenticare.

« Rose…
Fuori è festa »