Il sopravvissuto. 20 dicembre 2009 – Posted in: splinder – Tags:

Il sopravvissuto lo si riconosce subito.
Ce l’ha negli occhi quella voglia di vita ormai rosicchiata dal nero che lento gli prende l’anima.

Sta volando via, giorno dopo giorno, incontro ad una morte che sta attendendo lontana.
Lo aspetta perché lo vuole sfinito, consumato dagli oneri di quel peso immane.
Il sopravvissuto ai drammi dei suoi amici, alla famiglia… al mondo infame.
E’ qualcosa di dolce.
Fa paura, ma è dolce.

« Ti giuro.
Dovessi sentire delle parole… »