Delitti di tempo. . . 28 maggio 2010 – Posted in: splinder – Tags:

E scrivo su un foglio il mio nome per ritrovare me stesso,
cerco tra poesie senza rima e romanzi invisibili,
cerco tra i pianti silenziosi ed i sorrisi mascherati,
cerco tra lenzuola di una notte passata in bianco tra pensieri d’amore,
cerco di foto in foto tra un bimbo con il caschetto biondo ed un silenzioso ragazzo che cammina ad occhi bassi.

Cerco ma non mi trovo. . . O forse non mi sono mai perso.
Non cambiamo mai, bisogna cercare bene se stessi in ogni azione, lo stesso movente per tutti i delitti.
Tutti compiuti dalla stessa persona, tutti ad uccidere il tempo.
Ma le tracce, come i ricordi, rimangono. . .

« Loro, semplicemente, credono.
La forza delle parole… »