Sul filo… 19 settembre 2010 – Posted in: splinder – Tags:

È la leggerezza che hanno dentro che ti fa stupire.
Femminilità che cammina,
ed ogni passo è come la flebile brezza di agosto.

Miracolo di freschezza, roba da brividi, che staresti ore a cercare.
È aria in una campana di vetro al sole,
è una bolla in questo mare affollato.
Bolla di salvezza per chi, come me, di branchie non ne ha affatto.

E si nascondo dietro quel trucco pesante,
dietro capelli tirati all'indietro e lo sguardo caldo.
L'unico a poter parlare.

Sono in equilibrio su quel filo che tutti chiamano Vita.
In bilico tra il cadere ed il camminare,
amano ma senza amare,
baciano piangendo.

E sarebbe maledettamente bello avere un mondo di equilibristi.
Ma forse, non lo è già?

"Guarda giù i cadaveri, poi mi dici"

« Era così l’amore…
Il gioco dei matti… »