Il mio unico vanto… 26 settembre 2010 – Posted in: splinder – Tags:

Leggi le righe sulla mia pelle
righe in nero come le sbarre di quelle celle
della prigione più buia del mondo
in cui c'è solo un cuore moribondo.

Passa le dita sulla mia bocca
ascolta la mia filastrocca
fatti di sogni di bambino
fatta da chi ti vuole vicino.

Sospira guardando nei miei occhi
come la neve scende in fiocchi
così sarà il tuo amore
scenderà piano senza timore.

Non credere a quel che scrivo
sai bene che non son vivo
schiavo di questo mio aspettare invano
servo di quel che è ancora lontano.

Ma cerco ancora, nonostante tutto
cerco sempre nonostante il lutto
amore amore ti voglio qui accanto
amore amore
sarai il mio unico vanto.

E questa la dedico al rimario del mio cuore, stropicciato ma ancora pieno di tante parole.
La dedico al freddo che sta per arrivare, sperando che faccia scendere davvero quella neve.
Spero solo di trovarla davvero e di riuscire a metterla sulla lingua.
E' una cosa strepitosa, la neve sulla lingua.
Un pò come l'amore… non trovate?

La neve è coraggiosa, debole ma coraggiosa.
Scende leggera, vergine e bianca, tocca la strada ed un portone auto e persone.
Scende e copre il mondo, lo rende diverso.
Lo rende bianco, senza peccato.
E così sarà l'amore, che cambia tutto.
Rovescia il bello, il buono, il giusto.
Un viaggio a star fermi diventerà poi la vita.

E sarà l'unico vanto.
E sarà lì, da tenere accanto.

« Dipende da come cadi…
Per il prossimo Natale… »