Lavarsi l’anima e profumare di serenità… 7 ottobre 2010 – Posted in: splinder – Tags:

Arrivava in paese una volta ogni due anni portando con sè donne e fuochi d'artificio,
arrivava e se ne sentiva l'odore addosso a tutti noi.
Era una dolce attesa, lo si vedeva negli occhi di tutti.

Quando in una landa desolata arriva l'amore, iniziano i cambiamenti.
Iniziava con il sembrare tutto più bello,
la campana scandiva le ore con un suono bellissimo, incantevole,
roba da morirci.
E l'alba era bellissima,
il lavoro era leggero e riuscivo a dormire, finalmente.
Chiudevo gli occhi, in attesa del giorno da scalare sul calendario,
e di mattino ero ad occhi aperti un minuto prima della sveglia.

Stava per impazzire il mondo e tutti lo sapevano,
arrivava l'amore ed io mi preparavo a mio modo.

Mi sono guardato allo specchio e mi sono visto sporco,
avevo la pelle bianca ed il sorriso spento,
non piacevo a me stesso come avrei potuto conquistare ciò che volevo?
Cercando dentro di me ho trovato schifo e segreti,
polvere e schifezze.

Non saremo come i calzini, ma ogni tanto una ripulita ci vuole.
Ho deciso.
Mi sono guardato negli occhi e ho deciso.

La prima cosa da fare è lavarsi l'anima e profumare di serenità.

« Di quella notte, sognando tutti orgogliosi
La dolce visione… »