Di quel Monicelli conosciuto da morto… 11 dicembre 2010 – Posted in: Leandro.

Io mi ci aggrappo e non mollo,
mi ci aggrappo e non mollo,
mi ci aggrappo, cristo, e non mollerò mai questa Vita.

Mi sa tanto di urlo quel film che è finito,
una gara in carrozzina e tre amici a tifare piangendo,
che le lacrime poi sono contagiose,
oltre la voglia di un'amico nemmeno a dirlo.
E' un urlo alla vita quello che vedo,
di chi la conosce bene specie nella sua tristezza
ed ha imparato ad aggrapparsi alle poche cose pure e belle,
come quattro amici e una zingarata.

Io l'ho visto Amici Miei, il primo ed il secondo per ora, e mi è piaciuto un sacco.
Sarà che Monicelli è morto, sarà che arrivo sempre tardi quando le cose son belle che fatte a me è piaciuto e lo dico.
Mi è venuta quasi voglia di sorridere, e piangere, e dormire.
Tutte e tre le cose insieme, miscuglio di gioia e tristezza con un pò di speranza per il giorno nuovo.
E tornerò anche io un giorno ad aggrapparmi a quello che ho di speciale e bello,
a quel qualcosa che nonostante tutto non va via.

E sarà la gioia più bella guardarmi attorno e vedermi amato da chi amo,
lanciarmi nella follia degli amici e sentire che sotto, di mani, ce ne sono tante e forti.
Datemi la mano, un giorno, quando ve la chiederò.
Datemi la mano, ne avrò realmente bisogno, amici miei.

« Che mi resti il ricordo…
Ricordami »