Ad ognuno il suo… 30 gennaio 2011 – Posted in: splinder – Tags:

Ed il tempo prenderà quel che gli spetta quando saremo più lontani di quel che pensi,
quando le circostanze cambieranno e intorno a noi ci sarà solo mare e montagne.
Ognuno col suo, ognuno a casa propria.

Come sarà l'aria di casa nostra?
Ci renderà saggi o schiavi di noi stessi?
Ci ricorderà di poter volare via o starà lì a legarci le ali?

Nel tempo delle notti insonni io stavolta chiudo gli occhi e dormo,
perchè a questo proprio non c'è risposta.
Sognerò il mare dei tuoi stessi sogni e sarò lì a tuffarmici dentro come farai tu,
nuoterò fino al tramonto per poi uscire ed asciugarmi con l'ultimo vento caldo.
Io sarò lì se solo vorrai a guardarti morire e rinascere per poi morire, ancora una volta.
Sarò lì tra sospiri nascosti e un dolce sorriso,
nell'intimità che con me hai condiviso.

« La luce
Scatola dopo scatola… »