Vita senza zavorra 10 marzo 2011 – Posted in: splinder – Tags:

E sono nuovo,
e nuovo ancora una volta,
tra il calore ed il gelo di questo strano cielo,
petto in fuori, pancia in dentro, pugni chiusi.
Si parte, va bene?

Ed il ragazzo dai sogni aprì la mente facendoli volare tutti per aria,
uno dopo l'altro a riempire una mongolfiera immaginaria,
piena zeppa di idee incastrate una sull'altra,
tutte a tirare in alto.
E si alzò come un miracolo imprevisto,
una crinatura sul grande vetro della vita,
la prima e l'unica tra la perfezione antiproiettili che era.
E iniziò a volare, tremante ma lo fece,
senza guardare a terra per un pò,
fidandosi ed ealimentando sempre più quel sacco di idee trainanti,
sogni di una vita senza zavorre.

« Lentamente…
Infiniti colori, infinite immagini… »