Quando è sera.. 30 maggio 2011 – Posted in: splinder – Tags:

Si girò Nemus in quel giorno felice, e non vide nessuno del suo passato, solo presente.
Guardò il muro bianco immaginando la sua famiglia e d'un tratto gli si ruppe qualcosa,
dentro oltre il cuore nelle viscere del profondo di un uomo ferito.
Neanche il tempo di una lacrima che la vita chiamò, come sempre, puntuale.
Il presente gli sorrideva pieno d'amore, e lui amava ogni persona che era lì,
ma mancava quel pizzico di sorriso d'infanzia,
quello di quando ti lavavano i piedi in chiesa e le scarpe appena comprate si rompevano dopo averle allacciate.
Prese quel che doveva prendere e non festeggiò, 
era un giorno felice ma non per lui,
non tanto da festeggiare.

E pensare che mancavate solo voi,
ma quando è sera io, senza riuscire a dormire, guarderò fuori da questa finestra e vedrò il mondo,
e capirò, allora, di quanta strada ho fatto e del perchè siete rimasti indietro,
voi tutti che mi avete cresciuto,
a volermi guardare così, fermi ma soddisfatti del frutto di qualcosa che non avete provato fino alla fine.

« Stare bene
Fate vincere il bambino… »