L’amore ghiacciato… 25 dicembre 2011 – Posted in: Ricordi – Tags: , , , , , ,

 

La calma delle festività tra piatti che si sfiorano e forchette tintinnanti.
Alberi addobbati, camini infuocati e zii che dormono sul divano troppo pieni per poter restare qui a vivere.
Vivere cosa, poi?

Il freddo entra nelle ossa e un pò anche nell’anima,
faccio tardi la notte per dormire al mattino,
bevo un pò di più così passa il tempo,
tanto è già stato pagato.

Ma la neve scende ed io ne sono felice,
guardo il cielo bruno e penso ai fiocchi che scendono,
alle mie bacchette all’ingresso di casa
e al bianco ridere con gli amici e l’amore.

Ed il pensiero poi torna indietro
tra slittini impazziti e urla di genitori
mio padre mi prese per mano e mi insegnò a sciare
mia madre spingeva ed io scivolavo.

E voglio tornare nei luoghi che mi hanno cresciuto,
la neve mi coccolerà ancora come fece un tempo
ed io annuserò l’amore che freddo scende dal cielo
l’amore ghiacciato più caldo che io abbia mai provato.

« L’ascetismo terreno
Per non parlare. »