Ferie. 10 aprile 2013 – Posted in: Me

Ho sentito odore di crema solare addosso ad una turista cicciona,
ho visto il mare instancabile che accarezzava la calda sabbia dorata.
C’era il vento leggero che ti scompigliava i capelli
il cuore sereno e la pancia in dentro al passaggio di ogni bella ragazza.

Ma i peli son lunghi
e la pancia aumenta
non c’è pace nel mio cuore
nè spensieratezza tra i capelli.

Arriverà l’estate e arriverò io, in un modo o nell’altro.
Per il resto io annuso più che posso l’odore di bilboa a metà aprile
tra il puzzo di merda cuastica c’è solo da ringraziare
chiudere gli occhi e sognare.

« Le luci.
L’ultima striscia. »