Generazione in crescita. 15 giugno 2013 – Posted in: Ricordi

Ricordo ancora l’estate focosa,
il caldo e gli amori arrivavano insieme,
come l’equilibrio perfetto della bilboa con l’acqua di mare.

Nell’invenzione degli smartphone siamo cresciuti,
passando per la PlayStation ed il GameBoy,
dal Ronaldo alle Bull Boys.

Vedevamo amore in una cotta estiva,
vedevamo il futuro in occhi da liceale,
volevamo l’amore eterno: lo abbiamo avuto.

Ma ora è cambiato qualcosa,
ci guardiamo intorno spaesati
cerchiamo un appoggio seppur momentaneo.

Vogliamo parlare più che scopare,
conoscere e prendere un caffè
anziché amare follemente per tutta la vita.

 

Generazione in crescita,
la chiamano,
quella degli anni ’90
che crescendo con Dawson’s Creek
cerca una spalla su cui piangere,
un caffè da condividere o,
chissà,
un’amicizia in più da tenersi cara.

« Scappare oltreconfine.
Equilibri (non) precari. »