Ti ho trovato. 5 luglio 2013 – Posted in: I due, Me

E il sole sorgerà di nuovo,
sui bastioni della vecchia città
a guerra finita, al rientro dei soldati,
quando il mio amore Solimeo entrerà dalla porta,
vivo ed intero, grazie alle mie preghiere.

Oh dio mio, oh dio mio, fallo vivere ancora – si sente in giro per le strade la Marilena che quasi urla, piangendo e pregando.

Ma lui non vivrà, non ha mai vissuto.

 

Ti ho trovata- disse alla bella araba coperta di veli neri – e mai più ti abbandonerò.
Sarai mia come i cavalli selvaggi piegati alla sella del signore, come l’erba domata dai giardinieri reali.
Sarai mia, come io sono di Iddio e noi andremo insieme per le vie di questo mondo.
Mi seguirai, sempre, perchè ora sei solo mia.

 

Lei scappò, occhi orientali andò via, una notte d’inverno nel mezzo del pianto di Allah.
Non tornò né se ne seppe altro: andò via – diranno i vecchi ricordandone le sembianze divine – perchè quel tipo di donna non si attacca mai al suo padrone.

 

« Batto i tacchi.
Giada. Storie interrotte. »