Analiticamente vivi. 15 Febbraio 2014 – Posted in: Me – Tags: , ,

Vieni con me, ci scambieremo le nevrosi e le nostre diagnosi brilleranno nel cielo come morti ormai elaborate. Giocheremo a briscola con i nostri terapeuti falliti, vinceremo attaccamenti e relazioni fino a pesarci i Sé ed i ma per poi gareggiare a chi ce l’ha più grosso.
Allungheremo le mani sugli oggetti più luccicanti, quelli più belli.
Forse, semplicemente, più folli.

Piccole ribellioni nascono come i funghi con parolacce interiori e nuove negazioni. Metterò calzini gialli e non andrò a sedermi, quando tutti voi sarete stanchi io resterò alzato e non mi permetterò di fermarmi. Sono piccole ribellioni le mie, tutte quante, per illudermi di combattere un sistema inesistente in cui ho creato dolci presepi affollati: c’è il cattivo di turno e quel nemico sempre più utile di questi tempi.

« Resoconti di vita parte 2.
Di sciarpe, vento e freddo cane. »