Dirsi addio tra le sirene. 29 marzo 2014 – Posted in: Leandro. – Tags: ,

Restiamo in casa e continuamo ad ignorarci prima di prendere i coltelli come i matti in tv, lontani, lontani da noi.
Tremeremo tutti, dalla testa ai piedi, mentre il cellulare strilla e si scuote.
Capiremo mai cosa vogliamo fare di queste pareti che come spugne si riempiono di litigi e offese al vento?

La colazione è stata ottima,
con il cioccolato ed il riso soffiato.
Arrivremo presto agli sgoccioli,
finchè non rimarrà lo zucchero sul fondo di questo amore,
così da leccarcelo sulle dita ed uscire di corsa verso i doveri,
vero la verità.

Verso ciò che è giusto fare.

« Vi ho contati.
Verità soporifere. (Di teatro e maschere andate a male) »