Sveva (Il Peso specifico delle cose.) 2 Giugno 2014 – Posted in: Me – Tags:

Ho tagliato le redini un giorno di autunno, nel parco umido e freddo, senza girarmi più indietro: senza continuare a farmi del male.

Mi guarderai mentre ti dico che ti amo con la mia voce flebile, mentre mi allontano da te e dai miei spettri. Pesami l’anima e dimmi quanto valgo, prendi queste mani e accertati che siano calde. Taglierò per te le catene della ripetizione, toglierò il nero sotto le unghie e lo sporco di quest’anima lesa sin dal principio: tanto da non riuscirne ad uscire.

Cercherò il peso specifico di ogni mia emozione per capire quanto sia sogno questo dolore, quanto sia vero il sangue che scende da questo mio cuore.

« Burning man.
Vendersi bene. »