Regali per piccole iene. 8 Giugno 2014 – Posted in: Briciole di

Mi hai chiesto di abbandonare le mie voglie di aver tutto,
di lasciare questi sogni assurdi e mutevoli,
di leccare la mia pelle piena di sale sotto il sole cocente di questo giugno appena iniziato.
Mentre tu volteggi tra i tuoi balli solitari e belli io mi siedo su una fontana e mi godo la piazza deserta pensando alla morte dei vizi, alla fine dei cerchi. Non sarà un bikini a distrarmi dal tatuaggio che porti sul dorso, non sarà il profumo di crema a distogliere lo sguardo dai tuoi capelli corvini che ballano con te nel vento al sapor di salsedine. Sarò io invece a voltarmi e lasciarti danzare mentre la salita mi lascerà cadere verso la sabbia, la spuma, e chissà quali ambizioni.

 

« Umana pietà.
Romantici curriculum. »