Lucia (D’amore e rabbia). 12 giugno 2014 – Posted in: Donne – Tags:

Mi sono lasciata andare nel mondo come un fiume in piena, come tempesta sopra le vostre teste. Col tempo ho scoperto il nome della mia rabbia, la passione di questo dolore. Porterò in grembo le mie ferite come solo una donna sa fare, muoverò i miei passi nell’ignoto pur di ritornare.
Non dirò mai a nessuno il peso delle mie mani, il calore di questo sguardo, la leggerezza del mio respiro. Forte, andrò per il mondo cercando risposte da chi crede ancora: cercando rimpianti che non trovo più, perduti tra la miseria della fame giornaliera.

Chiedimi, amore, chiedimi tutto. Fammi del male. Morirò raccontando le mie strade, stanca dei sorrisi da immaginare.

« Fegato a pranzo.
Campane di vetro per l’intemperia. »