A misurarsi la pelle. 3 Luglio 2014 – Posted in: Me – Tags:

Taglio la pelle per farti da coperta in questa notte sudata e calda tra zanzare e frutta secca.
La città non dorme mai ed io ingollo caffè per vederti danzare davanti ai miei occhi stanchi che cercano pace tra seni e altalene,
sorrisi sbiaditi
e questo odore di cenere nell’aria.

« Ruberei dei tuoi viaggi.
Piccoli blocchi da Traditore. »