Ruberei dei tuoi viaggi. 4 luglio 2014 – Posted in: Me – Tags: ,

Ruberei dai tuoi viaggi non la tua pelle abbronzata ma quello sguardo irrequieto, quel sorriso guadagnato. Porterei a casa le tue foto non scattate, i malumori non comunicati, gli amori mai vissuti. Peserei la mia anima per l’imbarco, terrei stretta te che conservi i miei biglietti per l’ignoto mentre intorno le persone resterebbero a dormire colanti di bava, di desideri e ferie estive.

Ma ora che ho capito che tu andrai via mi lascio andare su questo divano afoso, tra i tasti unti di note stupende, ed invento un percorso alla fine del quale riuscirò a trovarti di nuovo.

E ancora.

E ancora.

« Adele (Giochi di ruolo).
A misurarsi la pelle. »