La noia. 7 luglio 2014 – Posted in: Me – Tags:

Ho sempre dieci email da leggere nel cassetto e 81 tasti unti da accarezzare in mancanza di gloriose ferite, in mancanza di te che ti fai solo guardare. Ho comprato dei lacci nuovi per queste scarpe sbiadite, ho cercato invano una fotografia del tuo seno trovando gatti e calciatori, donne e motori.

Stanotte non oppongo resistenza e mi lascio prendere da questa stanchezza enorme, viscerale, mentre l’asfalto caldo perde forza e mi aspetta sulla strada dove ci troveremo, a settembre, a guardarci negli occhi: sei un passo indietro o sono io ad essermi fatto da parte?
Lascerò al profumo e all’aria due parole da ricordare mentre queste lettere d’amore voleranno via tra la salsedine e la serenità di un ictus riposante.

« Ti dico chi sono.
Carta dopo carta. »