Dei tuoi luoghi lontani. 19 Luglio 2014 – Posted in: Leandro., Me – Tags:

Ti vedo cambiare sfondi e rumori come carta da parati nella tua fredda stanza lontana, come paesaggi fuori dal finestrino su un’autostrada troppo dritta per una come te. Dove andremo a ripararci durante la prossima pioggia acida mentre il mondo troverà ristoro nei parchi verdi e sotto il sole, tra queste braccia che non riusciremo mai a toccare?

Ho cercato le rime negli angoli desolati di una città in via di desertificazione, ho annussato solo piscio e scarafaggi, trovato desolazione romantica invece di occhi profondi e sguardi sinceri. Riuscirò a volare in altalena lontano da questo freddo sudore, allungherò i piedi come per atterarre senza mai arrivare: senza mai capire.
Amore, amore mio, raccontami dei tuoi viaggi per il vecchio mondo mentre io sognavo i tetti di case vissute, i maglioni larghi e questo profumo che usi da cui non mi riuscirò più a liberare.

« Strattonami.
Poesie d’amore fallite. »