Del mare, dei gruppi e delle spese. 20 agosto 2014 – Posted in: Me – Tags:

Sfidammo il sonno tra le albe e le lune piene,
rosse come il sangue che avremmo potuto versare:
siamo eroi o stupidi bambini capricciosi che fanno guerra contro il mondo e le maree?
Oceano mare, ormai non più lontano, ti troveremo dopo una passeggiata estiva
tra gli scogli che fanno male e le belle donne che non ci guarderanno mai.

Ti troveremo nei giorni affollati, negli ultimi di questa estate strana, mentre rideremo insieme come i vecchi tempi anche se di vecchio ci sono solo le storie che ci ostiniamo a raccontare, i miti a cui siamo devoti, le risate che non hanno né codici a barre né scadenze: a lunga conservazione, come il latte, come voi.

« Compendio all’amicizia (Di sostegno ed altre cose utili).
Tre granelli all’alba. »