Ci siamo persi nei dettagli. 13 ottobre 2014 – Posted in: Donne, I due, Me – Tags: , ,

Ho sentito le tue mani che non mi toccavano, i segni che non mi hai lasciato: abbiamo avuto paura del giorno prima, dell’attesa, della paura stessa di stare al gioco dei vinti e dei più forti, al gioco che da secoli ammiriamo vogliosi.

Manca poco all’ora della vendetta, della guerra anticipata: sarai barca mentre sarò tempesta?
Alla fine manderemo tutto a rotoli, brandelli di aspettative buttate nel cesso, mentre chili di sguardi scenderanno dalla cascata del tempo: annuserò per l’ultima volta il tuo odore finito, il cuscino sporco, il tuo accento assurdo – non mi dirai mai pià di starmene zitto.

Vado a calibrare i sorrisi, tu resta qui – ho un ritratto da farti.

 

 

« Piccole crisi interiori.
Continuando le tue frasi ho scoperto di. »