Verità in paragrafi cancellati. 26 novembre 2014 – Posted in: Me – Tags:

Mi dirò di smetterla di strapparmi la pelle, di dire addio prima di aver visto negli occhi, mentre le mie parole volano più alte di queste mie voglie solo per farsi guardare, solo per lasciare strisce in un cielo che non sa accarezzare.
E’ una vita di stenti, di cornici e di gruppi, mentre disegno salti nel vuoto che mai riuscirò a fare: amore, amore mio, che corri lontana tra le parole mai dette, coprimi gli occhi e la bocca, il mio alito freddo, questa notte finirò i miei giorni come le figurine a settembre, come la voglia di baci quando è mattino e tu dormi, al mio fianco, senza parlare.

 

www.youtube.com/watch?v=qaMMTeD1oHE
« Relazioni armate.
Scambio di segreti. »