Scambi e peccati. 6 gennaio 2015 – Posted in: Me – Tags:

Scambieremo la pelle come in un gioco di carte, tu prenderai il mio mento ed io ogni tuo stupido neo: li incollerò tutti sul mio soffito così da guardarli splendere mentre mi abbandono alle lenzuola e ai desideri indicibili.

Le mie mani tremano mentre spreco proposte e sorrisi, mentre fingo di cadere per non salire sul tuo treno splendente che mi urla addosso, che intimorisce, che ha il sapore di relazioni e di impegni.

Anna, che sai ciò che vuoi mentre mi guardi dritta nei miei timidi occhi, dimmi quanta pazienza hai così che io possa arrivare un passo oltre e lasciarti scappare: la tua schiena è bella e piena di peccati.

« Valanga a rallentatore.
Tranquillità conquistata. »