Indicibili voglie di fuggire lontano. 24 gennaio 2015 – Posted in: Donne – Tags:

Ti ripeterò, nelle notti stanche, che non c’è da fidarsi nemmeno un istante dei miei neri occhi, di queste mani leggere che sfiorano ogni tua increspatura: sei come il mare che si agita mentre io, flebile, cerco di rimanere a galla tra le tue onde d’amore.

Ho impacchettato i miei sospiri e fatto di ogni mio sogno un ricordo intenso del mio fallimento, ora posso partire in pace senza alcun rimpianto.

Angelo, che volteggi in ogni mio pensiero come i ricordi in preda all’euforia degli anniversari, parlami ancora una volta della terra promessa, di quell’America che dicevi avere il sapore d’amore, il sapore della mia pelle.

 

https://www.youtube.com/watch?v=m_4SejXgvCc

« Amore con sottotitoli.
Far finta di niente. »