A disegnare progetti falliti. 30 Gennaio 2015 – Posted in: Donne, I due, Leandro., Me – Tags:

Vagabondiamo per la città portando addosso i nostri segni bellissimi, fatti di tempo e di sorrisi scaduti, di sguardi persi nel vuoto delle nostre bellezze disarmate che non chiedono niente, nemmeno di essere amate.

Salterò senza sosta, ora che ne sono consapevole, sulle mie buone intenzioni e su questa pioggia che non smette di scendere in una Roma svuotata dal calore di chi amavo, da tutti gli abbandoni che ho sentito sulla mia pelle secca dal freddo e dal vento che non smette di soffiare. Arriverà la neve, arriveremo noi che guardandoci ci diremo di voler fare progetti migliori, forse ugualmente fallimentari, ma comunque nuovi.

Stanotte cercherò nel vuoto del mio letto i segni del tuo passaggio, il profumo di tutti i tuoi desideri che si lasciano ritrovare tra le mie braccia stanche, tra i miei sogni derisi. Riuscirò a prendere la tua immagine e conservarla sulla parete dei ricordi?

 

 

Polly – Gem Club 

« Elena, tra rimpianti e bussole rotte.
Apnea di ricordi. »