Scolpire le posture, tarare i sorrisi. 7 aprile 2015 – Posted in: Leandro., Terapie. – Tags:

Passammo gli inverni a darci una forma, a cercare maschere migliori per passare inosservati nei fiumi della vita, tra tutti gli affetti che ci volevano proprio come siamo oggi.

Saltammo i compiti per anni cercando vie di fuga da noi stessi, strade alternative per non essere chiamati alle armi: fuggiremo mai abbastanza, amore, dal nostro profumo e da queste ombre nere di tenebre?

Stanotte depongo i buoni esempi, gioco con i miei miti ed impilo i miei orgasmi falliti: non penserò alle tue mani né alle labbra umide, non lascerò distrarmi dalla cultura del sospetto, dal dubitare dei miei passi, dalla voglia di vivere a pieno senza meticci, senza intermediari.

« Per una notte sola.
Mescolare le carte, prima di leggerle. »