Incapaci di. 4 maggio 2015 – Posted in: Leandro. – Tags:

Abbiamo scambiato, amore mio, le figurine dei nostri difetti peggiori, i segreti custoditi per anni: io ti parlavo di mio padre, della paura di morire, tu mi sorridevi ritrovando gli echi delle urla che porto dentro, i battiti accelerati quando si parla di noi.

Compreremo a rate una briciola d’amore, diremo sottovoce di volerci riprovare un giorno, di voler credere in due cuori ed un progetto, in mani mai ostili dinanzi ai sogni di una vita disillusa.

Ma stanotte, che porto dentro il dolore di un inverno ormai finito, non riesco a dirti cosa provo: impilo parole a caso, ti riguardo far foto sfocate al tuo viso senza riuscire, poi, a ricordare i tuoi nei, a ritrovare il tuo profumo sui miei vestiti ormai lavati, ormai puliti, ormai fuori da qualsiasi logica di coppia.

 

 

https://youtu.be/J82JMZy_9Z0

« Lettera per elle.
Noi non ci parliamo. »