Vuoti a perdere. 28 Maggio 2015 – Posted in: Me – Tags:

Ho guardato le bottiglie piene delle mie parole, incasellato sospiri in ogni tuo sguardo: riporterò indietro tutto, domani, quando l’inganno sarà pronto e tu dormirai al mio fianco, stanca.

Le ragione delle mie onde non riuscirò a spiegartele in un’ora di silenzi, nell’eco dei nostri gemiti macchiati di voglie volatili, di desideri al confine, di tumulti in transito per chissà dove.

Sono vuoti a rendere le mie promesse, le mie spiegazioni dell’universo, mentre tu nuda mi farai danzare ancora una volta attorno a questo letto che sembra una nave in balia dei flussi della notte, delle mani, di me.

« Baci con l’eco, letti in attesa.
Contare i miei anni, darti ragione. »