Gessetti, lavagne e saliva. 2 Giugno 2015 – Posted in: Donne – Tags:

Ho contato le rughe sul tuo volto cresciuto, i brividi sul tuo seno nudo mentre baciandoti ti ho dato il bentornata.

C’è un modo unico, un ballo sconosciuto, che ci concediamo di nascosto al buio degli occhi conosciuti, delle verità obbligate, delle promesse di fedeltà.

Anna, che mi ripeti di rispettare i modi in cui vivo nel mondo, resterai una notte al mio fianco solo per prenderci in giro, per scrivere parole d’affetto su una lavagna da cancellare?

« Castelli di carta.
Nulla che fa paura. »