Fammi compagnia. 12 giugno 2015 – Posted in: Donne – Tags:

Dovresti girarmi attorno come il vento con le gonne per poi ripetermi per tutta la notte di volermi fare compagnia, di voler parlare senza sosta fino a dormirci sulle nostre parole, sui nostri discorsi strafatti.

Sarò così stanco da non dormire, farò scorrere le lancette mentre i tuoi occhi avranno pace sulle mie coperte sporche, sul cuscino che stropiccio ogni notte dopo aver accontentato le voglie, dopo aver rubato un minuto agli sconosciuti senza farmi scoprire davvero, senza svestirmi troppo: accumulando appuntamenti, accumulando alcolici e vecchi aforismi.

Tra le lenzuola non troverò un appiglio alle maree agitate, a queste onde che fai sbattere contro i miei scogli, sulla mia sabbia, sulla spiaggia che ti apro pur di farti camminare, pur di farti spogliare lentamente, un pezzo alla volta, fino al mattino.

« Di ritorno dai tuoi mondi.
La storia dei padri, la storia dei figli. »