Combinazioni. 25 giugno 2015 – Posted in: Me – Tags:

Ho cercato la voglia di guardarti davvero, di spiegarti i miei modi e questi ritmi forsennati che non riesco proprio a mandar via. Ti va di parlare un po’ con me?

Non mi hai guardato negli occhi mentre io mi agitavo per non affogare nel silenzio dei nostri passi, tra le panchine che lente si allontanavano lasciandoci soli con i tuoi discorsi enormi, con le mie mani bucate.

Ti ho chiesto di leggermi il labiale, di fare palloni con big babol andate a male, di girare per la città insonne cercando un appiglio. Riusciremo mai ad afferrarci insieme senza scrollarci di dosso la polvere delle abitudini, la solitudine che lenta ci assale ricordandoci di doverci azzannare?

 

« Dei pesi, dei segni che uno ha addosso.
Cosa rimane. »