Il tuo odore d’estate. 28 giugno 2015 – Posted in: Me, Santiago – Tags:

Ho sentito l’estate nelle tue parole, che andavi di fretta, e nei tuoi occhi sfuggenti che sempre vorrei sul mio comodino.

Mi hai urlato contro dicendo che il mondo è rapido, che non c’è tempo per misurare gli spazi, dividerci i confini.

Io pensavo a montare il letto del nostro amore, camminavo piano e cercavo di trovare le migliori combinazioni per dirti tutto, tutto di me.

« Portami al mare.
Al proprio posto. »