Zanzare e lenzuola. 1 Luglio 2015 – Posted in: I due, Leandro. – Tags:

I nostri letti in disuso ci guarderanno assorti mentre il tramonto illuminerà i tuoi confini profumati, la mia fame di te che non smette mai, che non va via nemmeno dopo i pasti.

Le zanzare non capiranno lo spreco di forze nelle urla mute che ci scambiamo insieme alle posizioni, alle figurine panini e ai sogni avviliti che non riusciremo mai ad esaudire.

Roma aspetta che tu mi stringa la mano, io ti evito con scuse geometriche, progetti inafferrabili: incazzati, ti prego, sei bellissima quando scappi via da me.

« Smania di.
Inutili scambi di parole. »