I miei pienissimi vuoti. 14 luglio 2015 – Posted in: Me

Ho colmato i vuoti di una camera in costruzione accedendo candele al profumo di occasioni mancate, di sapori persi.

Svuoterò i miei desideri tra lenzuola enormi ma comode, nel respiro che tengo a mente sotto la luce soffusa di ogni mio finto sorriso.

Non ti chiederò, questa notte, di farmi compagnia: seguirò i tuoi passi, attento, sempre, a non dirti più del dovuto che dovresti rimanere qui, con me, per dormire insieme

 

Da ascoltare, senza pretese, lasciandosi andare.

« Utili disordini.
Il tuo odore che va via. »