La voragine nel letto. 27 Luglio 2015 – Posted in: Donne, intermezzo, Leandro.

Mi sono specchiato nei tuoi occhi in lacrime, in questi salti enormi che compi pur di farti notare, pur di farti amare una notte in più. Le tue mani sono piume sulla mia pelle ruvida, sul petto che esplode ad ogni tuo bacio silenzioso.

Ti chiederei di vestire i miei abiti, di cadere insieme nella voragine del mio letto: sarà un amore part-time quello che ci prometteremo nella notte di dolori mentre lasceremo mischiare gli odori ed il sudore tra il tuo collo nudo e le mie labbra armate di piacere.

Stanotte ho giocato con i miei vuoti interiori, ho lasciato riempire la mia vita di persone e storie per poi vederle tutte svanire, lentamente, dalle voragini che ho tenuto nascoste: non saranno le notti insonni a tappare i buchi e a contarmi i difetti ma tu dammi le mani, fammi da argine, mentre le ore passano ed io non avrò paura di dormire al tuo fianco.

 

The Blower’s Daughter

« Il tuo eco per cena.
Lettere d’amore per comodini stanchi. »